Torre Breda

Torre Breda

Quando venne costruito era il grattacielo più alto d’Italia.

La torre Breda (originariamente nota come il Grattacielo di Milano) è un grattacielo che si trova a Milano, in piazza della Repubblica all’angolo con via Vittor Pisani e viale Tunisia. 

Alta 116,25 metri per 31 piani è tra i più alti grattacieli di Milano. Fu costruita tra il 1950 e il 1955, su progetto di Eugenio ed Ermenegildo Soncini e Luigi Mattioni. Il nome originale: il Grattacielo di Milano è molto significativo: per circa un decennio, prima della costruzione del Grattacielo Pirelli, fu il simbolo del rinnovo e della ripresa di Milano dopo l’ultimo conflitto mondiale. Oggi, assieme ai grattacieli presenti in zona e agli edifici del progetto Porta Nuova.

Quando venne costruito era il grattacielo più alto d’Italia. Per realizzarlo fu necessario infrangere una lunga tradizione milanese, assurta negli anni trenta a norma nel piano regolatore della città:

nessun edificio doveva superare i 108 metri della guglia più alta del Duomo, sormontata dalla cosiddetta Madonnina. Una convenzione di anteguerra tra la società proprietaria dell’area e il Comune di Milano,

nessun edificio doveva superare i 108 metri della guglia più alta del Duomo, sormontata dalla cosiddetta Madonnina. Una convenzione di anteguerra tra la società proprietaria dell’area e il Comune di Milano, stabiliva che sul lotto dovesse sorgere un edificio simmetrico al grattacielo” di 64 metri, realizzato tra le due guerre, nel lotto opposto. Tale edificio doveva sorgere a filo strada ed essere svuotato da un angusto cavedio interno. La proposta dei progettisti prevedeva una torre molto più alta, arretrata e priva di elementi desueti come il cavedio. La “battaglia per il progresso” contro i “pregiudizi di un passato oscurantista” durò quasi due anni , e si concluse con un compromesso: un corpo basso a filo strada, che si adegua e profila alle case di via Vittor Pisani, sormontato da una torre arretrata, più alta della Madonnina.

Testo: Wikipedia

Ph. Paolo Marchesi

Back to Top
Ciao! ©DearMilano.it